News (166)

Da alcuni mesi si vocifera che il team di Yootheme stava preparando un'integrazione all'ecommerce all'interno del suo famoso cck zoo; ebbene anche se tutto ciò non è ancora avvenuto da pochi giorni è giunta un'interessantissima opzione alternativa pubblicata dallo sviluppatore raslab, si tratta di un'estensione, ZooVirtue e, come il nome fa intuire, permette di mettere in comunicazione due grandi estensioni ovvero zoo e virtuemart. Il principio di funzionamento dovrebbe essere basato sulle app di zoo, in buona sostanza zoovirtue creerebbe una app nuova di zecca in cui è possibile creare delle schede prodotto e poi esportarle all'interno di virtuemart. Stando a quanto detto nella descrizione dell'estensione nella Jed l'esportazione consentirebbe di mantenere un minimal data relativa alla scheda prodotto, non ci è dato sapere di preciso quanti dati vengano conservati nella migrazione da un componente all'altro. Fra la'ltro segnalo che la demo proposta non funziona e rimanda un fatal error, per questo purtroppo permane un'alone di mistero sulle funzionalità di zoovirtue, una cosa è certa ne voglio andare a fondo e farò di tutto per provarla, in tal caso non mancherò di darvi un breve riscontro sul blog! Dimenticavo,l'estensione è a pagamento e la potete acquistare al prezzo di 34,99€.
Immagino già di poter creare ad esempio un sito web dedicato alle stampe digitali utilizzando l'estensione zoo e poi poter importare le schede relative ai biglietti da visita direttamente in virtuemart come in questo caso! sarebbe una cosa davvero sensazionale!
Stay tuned, buona domenica a tutti!

Vota questo articolo
(1 Vota)

Ho avuto un fine settimana piuttosto laborioso passato a scrivere degli articoli che in qualche modo trattano anche se con due punti di vista differenti l'ottimizzazione e il SEO di Joomla. Il primo articolo che potete trovare su WebHouse da stamattina tratta proprio l'ottimizzazione onpage di un sito Joomla, in particolare le prassi migliori da utilizzare per quanto riguarda la scelta dell'hosting, le caratteristiche di un buon template, la gestione del file htaccess e del file robots.txt per effettuare correttamente redirect e disallow ed evitare la creazione di contenuti duplicati del vostro sito web, la corretta gestione delle immagini e le estensioni per poterla gestire al meglio e infine la corretta gestione e compilazione dei metadati, parametro cruciale che va a completare il testo dei nostri articoli. L'ultima parte trattata è l'utilizzo delle estensioni esterne per la gestione e l'ottimizzazione degli url e che vi potrà essere utile anche nella gestione SEO del vostro sito Joomla (vi anticipo che si parlerà di SH404SEF).
Il mio secondo articolo pubblicato sabato da Joomla.it tratta invece di un'interessante estensione gratuita per la gestione dei metadati in Joomla, si tratta di metagenerator e promette di comiplare in automatico i metadati nei vostri contenuti di Joomla. In particolare, qualora fossimo un po' pigri o ci trovassimo a gestire tonnellate di contenuti, metagenerator si occuperà in automatico di comiplare title, description e keywords all'interno dei nostri articoli; nella guida viene illustrato come la scrittura dei metadati non avvenga sul database ma venga generata direttamente on the fly extrapolando il testo dal corpo dell'articolo. Come potrete vedere questo automatismo non genera contenuti di qualità eccelsa e a mio avviso è da utilizzare con molta cautela, di grande interesse, diversamente è l'implementazione in com_content del rel=canonical, ottimo per combattere efficacemente i contenuti duplicati nel vostro sito Joomla!
Insomma, se vi state cimentando nell'ottimizzazione del vostro sito Joomla potreste trovare due contributi utili, spero di aver fatto cosa gradita a segnalarveli!
Attendo vostri feedback!

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ricordate quando qualche mese fa vi segnalavo l'esistenza di un nuovo alert su Webmaster Tools di google che vi notificava la presenza di backlinks pericolosi che puntano al vostro sito web? Sicuramente molti che hanno ricevuto questa notifica si sono allarmati per questo temendo di incorrere in un'imminente penalizzazione. Ricordo anche che molti esperti proprio per questo sottolineavano la difficoltà nel far rimuovere questi links da chi li aveva pubblicati e auspicavano l'implementazione di una funzione per disabilitarli dal pannello di webmaster tools. Ebbene notizia di qualche giorno fa questa funzione è stata finalmente implementata, si chiama Disavow (da non confondere con disallow) e permette di fatto di rinnegare dei backlinks e di non dare loro peso ai fini del ranking del nostro sito. Questa funzione oltre a tutelarci nel caso siti che ci linkano non siano più sicuri o attendibili dovrebbe tutelarci anche dal fenomeno ahimè sempre più consueto che è il negative SEO ovvero la creazione di una serie di backlinks dannosi creati ad hoc da un competitor per danneggiarci e farci incorrere in una penalizzazione da parte di google.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il consolidamento dei nuovi algoritmi di google e il susseguirsi di ulteriori aggiornamenti che hanno colpito parecchie persone e terrorizzato la stragrande maggioranza delle altre sta sortendo delle tangibili conseguenza in ambito SEO. Oggi sembra di stare come all'indomani di una catastrofe naturale con molti addetti ai lavori preoccupati e terrorizzati di questa manifestazione di forza bruta esercitata dalla grande G. La prima conseguenza di ciò è la paura  quasi atavica di affrontare una minima link building per il terrore di incappare in una penalizzazione. Questo senza contare che anche il mercato dei domini sembra essere tornato in fermento (si era mai fermato?) da quando i siti EMD (exact match domain) di scarsa qualità vengono penalizzati.
Si ma a ben guardare però in realtà quelli che cadono nella rete dei pescatori sono sempre gli stessi o quasi, persone che dell'ottimizzazione e della link building hanno fatto un cavallo di battaglia e di sfondamento a discapito di una cosa che google sembra privilegiare e che non si è mai stancata di sottolineare..... I CONTENUTI!!!
Se la qualità di questi è buona  per non dire ottima e proviene da fonti autorevoli e tematizzate con voi non dovete temere nulla o quasi. E' un lavoraccio?? meglio usare i vecchi trucchi e pubblicare centinaia di comunicati e iscrizioni a directory uguali? Beh allora probabilmente non potremo lamentarci se prima o poi cadremo anche noi in quella rete!
Qualche dritta da seguire per migliorare le cose? In rete si trova molto ma credo che molti fonti autorevoli concordino su alcuni punti!

Vota questo articolo
(0 Voti)

Se volete avere una marcia in più nel mondi dell'ecommerce e apprendere tutte le strategie per riuscirci non potete mancare all'evento GT di oggi a Milano! Il vasto programma che coprirà l'intera giornata prevede una serie di approfondimenti sulle ecommerce strategies ovvero come ottenere il massimo dal proprio negozio online e quali strategie utilizzare per aumentarne la visibilità, l'ottimizzazione e le conversioni.
Durante l'evento è previsto l'intervento di Guido Petillo di Google Ireland che parlerà di come integrare al meglio adwords ad un ecommerce, si parlerà dell'utilizzo strategico dei video e i rich snippets (intervento di Giorgio Taverniti) e della complessa ottimizzazione SEO di un ecommerce (intervento di Marco Quadrella).

Questi e molti altri interventi comporranno questo evento GT ed assicureranno dei contenuti di assoluta qualità come solo gli eventi GiorgioTave sanno dare.
Il tema dell'ecommerce sta via via aumentando la propria rilevanza anche se nel nostro paese risulta essere ancora poco sviluppato rispetto agli altri paesi dell'Unione Europea e agi USA. La propensione dell'italiano medio secondo le statistiche è ancora quella di effettuare i propri acquisti in un negozio, magari quello sotto casa. Indubbiamente la diffusione dei social network (l'Italia è uno dei paesi con più utilizzatori di facebook), degli smartphone e degli strumenti tecnologici in generale sortirà probabilmente un cambiamento nel medio periodo, per questo è importante farsi cogliere preparati, conoscere a fondo le strategie che possono davvero dare una marcia in più rispetto ai competitors.
Auguro un buon week end a tutti, non appena avrò un attimo inserirò qui sul blog un breve report dell'evento, magari in cosa a questo post.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il rilascio di Joomla 3.0 ha stupito tutti per le novità introdotte con la nuova versione, a mio avviso l'unica pecca che si poteva individuare era quella dell'editor; diciamo pure che pochi o quasi nessuno ad oggi utilizza TinyMCE come editor di default, la maggior parte dei web designer si affida ad editor esterni in quanto offrono funzioni di gran lunga migliori. Qualche mese fa vi ho parlato di JCE, l'editor per eccellenza e il più utilizzato fra quelli presenti nella JED. Oggi tuttavia leggendo tra le varie notizie su twitter mi sono imbattuto in JCK editor, da poco aggiornato alla versione 6.0. La sua main feature è quella di essere totalmente responsive, ciò significa che permette di scrivere ed editare i nostri articoli Joomla (o di altre estensioni che pubblicano contenuti) direttamente dai nostri amati dispositivi mobile senza impazzire con l'impaginazione e un layout ballerino.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Anche quest'anno al Joomladay di Torino l'associazione Joomlaveneto ha fatto sentire la sua presenza, come già vi avevo raccontato in passato infatti staimo parlando della prima associazione ad occuparsi di Joomla nata in Italia con lo scopo primario di diffondere il verbo di Joomla seguendo la logica open source della condivisione della conoscenza. Io in prima persona ho beneficiato grandemente dei loro corsi e posso solo ringraziare i suoi membri per sostegno aiuto e simpatia. Da quest'anno la loro iniziativa si è diffusa come un virus e a Torino sono salite sul palco numerose altre associazioni regionali che, prendendo spunto dalla realtà veneta, hanno creato un gruppo associativo anche nelle altre zone di Italia. Oggi Joomlaveneto rappresenta il gruppo di coordinamento per queste nuove relatà e un riferimento per eventuali altre che vorranno nascere (Joomla Trentino per ora rimane un sogno....).
Con l'arrivare dell'autunno l'associazione ha introdotto inoltre numerose novità, la prima che senz'altro salta all'occhio è il completo rinnovamento del sito web di rappresentanza, il vero valore aggiunto è costituito dalla possibilità di iscriversi ai corsi direttamente via web pagando con paypal. All'interno del nuovo sito web di Joomlaveneto troveremo un calendario con i prossimi corsi previsti per l'autunno 2012, tra questi spicca una serie di incontri organizzati nella città di Belluno e un interessantissimo corso sull'estensione Zoo, il cck di cui vi avevo parlato qualche mese fa previsto per il 20 ottobre! Il relatore del corso di zoo dovrebbe essere nientepocodimeno che gli sviluppatori di ZOOLander che hanno creato l'estensione ZOOFilter.
Il corso che sarà a pagamento durerà la bellezza di 8 ore belle intense!! Insomma numerose novità per il momento ma attendiamone delle altre a breve quando sarà presentato il calendario completo per il 2013 con corsi ed iniziative alcune delle quali saranno davvero ghiotte, ve lo garantisco!!
Rimaniamo in attesa di altre novità da Joomlaveneto!

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ecco un altro terremoto per i SEO addicted, stiamo tutti tremando perchè google ha annunciato l'aggiornamento del proprio algoritmo, Google Panda 20 da alcuni giorni è operativo e già ha sortito le prime vittime! Sarà davvero così? prima di mettermi le mani nei (pochi) capelli cerco documentazione sulla rete e immediatamente trovo il rassicurante volto di Berry che affronta l'argomento in un suo interessante articolo. Google Panda giunto alla versione definita 20 (quella precedente era la 3.92) è in effetti l'aggionamento dell'algoritmo tra i più impattanti sulle query dai tempi della 1.0, si parla infatti del 2.4% delle query in inglese che sono state influenzate dal nuovo aggiornamento. Ma che cosa introduce di fatto il nuovo google panda??
Tendenzialmente uno dei campi maggiormente colpiti sembrano essere quei domini cosiddetti exact-match ovvero che contengono esclusivamente le parole chiave all'interno del dominio, per fare un esempio scarpe-milano.it potrebbe essere un chiaro esempio di dominio exact-match. A quanto pare gli effetti del cambiamento si notano già a partire dal 27 settembre per la buona pace di chi ha passato mesi ad aspettare il liberarsi di domini exact match per correre ad accaparrarseli.
Per chi se lo fosse perso ricordiamo che Google panda nelle sue svariate release ha introdotto maggiore attenzione alla freschezza dei contenuti, maggior peso ai social media in un sito web, maggior importanza alle immagini e alla loro indicizzazione e una maggiore attenzione agli anchor text.
In attesa di altre novità da parte di google non posso che prendere atto che chi lavora sul posizionamento cercando di agire nel modo più naturale possibile alla fine non deve avere nessun timore di questi aggiornamenti che anzi non potranno che giovare eliminando scomodi competitors.
Naturalmente tutto ciò vale fino a prova contraria, e chi è senza peccato scagli la prima pietra ;-)))

Vota questo articolo
(6 Voti)

Joomladay 2012 - il nostro report

Eccoci di ritorno da un Week End di fuoco passato in quel di Torino per il mitico Joomladay giunto alla sua quinta edizione. La partenza prevista era per il venerdì pomeriggio da quel di Trento e dopo la bellezza di 6 ore causa incidenti e code siamo giunti alle 21 sotto la Mole Antonelliana. Fisso l'appuntamento con i ragazzi di Joomlaveneto con i queli ci siamo intrattenuti in una deliziosa cenetta in un locale del centro, indovinate un po' di che cosa avremo parlato??? Giunti finalmente a letto in trepidante attesa abbiamo fissato la sveglia per le ore 7.40..... peccato che l'emozione mi abbia portato alle 5.30 ad aprire gli occhi e a guardare su twitter se qualche pazzoide era online..... salvo scoprire che qualche pazzoide c'era veramente ed era partito poco prima alla volta di Torino!
Per farla breve ci troviamo di fronte ai cancelli con altre numerose persone, sbircio tra la folla per capire se riconosco qualche volto noto e subito scorgo l'inconfondibile chioma di Gianluca Arbezzano e il profilo inconfondibile del mitico Stefano Rigazio! Entriamo accolti dall'entusiasmo del team organizzativo, dalle innumerevoli associazioni Joomla nate in Italia sull'onda di Joomlaveneto e dagli sponsor. Dopo i saluti di rito ci accomodiamo all'interno del palazzetto e seguiamo gli interventi, molti dei quali votati decisamente alla promozione pubblicitaria di aziende e prodotti vari legati a Joomla. Dopo la pausa pranzo il tono della conferenza è cambiato lasciando il posto ad interventi legati maggiormente al CMS, alla nuova versione di Joomla 3.0 , a Joomla FAP, ai contenuti duplicati e come evitarli (del mitico ZioPal). 
Le mie valutazioni finali?
Partiamo da un presupposto importante, credo che un evento come questo volto a far conoscere joomla nel nostro paese e che lo fa gratuitamente sia da applausi a prescindere; ho letto molte critiche in parte condivisibili che sollevano come maggiore criticità il fatto che i contenuti pubblicitari stanno decisamente diventando troppi a spese degli interventi di maggiore interesse..... questo sicuramente è vero (ricordiamo però che senza sponsor e biglietto all'ingresso non sarebbe possibile organizzare un evento di questa portata)  personalmente ho però vissuto il Joomladay in modo differente, l'ho preso come una sorta di "raduno Joomliano", un luogo dove tutti gli appassionati si possono incontrare e discutere i loro punti di vista su questa grande passione. I talk di fatto sono uno spunto, una cornice a tutto ciò ma quello che fa davvero la differenza è la community e la possibilità di confrontarsi con più di mille altri appassionati di Joomla! E sotto questo aspetto per me il joomladay è stato un grande successo, ho conosciuto tantissime persone con le quali prima scambiavo solo quattro chiacchere su g+ o twitter, ho colto tantissimi punti di vista che prima non avevo mai considerato e ricevuto un'infinità di indicazioni stimolanti! 
Con questo non voglio assolutamente sminuire l'importanza degli interventi, alcuni dei quali ho trovato davvero interessanti, nei momenti di bassa tensione però mi sono trovato più volte ad uscire dalla sala per chiaccherare con il primo che trovavo nella hall e a confrontarmi su questa o quell'estensione, sui progetti futuri e altro!!
Questo per me è priceless, fantastico, lo stimolo allo stato puro!
Non sto nemmeno a fare la lista delle persone che NON ho incontrato purtroppo..... e con le quali abbiamo già fissato la puntina da disegno per il prossimo Joomladay ovunque sia, di qualunque cosa si parli....
Un ringraziamento ad Alexred e tutti quelli che si sono sbattuti ad organizzare questo bellissimo evento e..... ALLA PROSSIMA!!!

Vota questo articolo
(0 Voti)

Dopo una certa attesa e una certa ansia da oggi finalmente la versione di Joomla 3.0 è stata finalmente rilasciata!! Vi ricorderete i miei report sulle beta rilasciate nei mesi scorsi, le prime prove entusiastiche del framework bootstrap e il nuovo layout di back end con i nuovi template amministrativi. Ora la domanda che ci zampilla nel cervello ovviamente è se vale la pena di aggiornare....
Innanzitutto ricordo che la 3.0 è una cosiddetta sts (short time support) quindi paragonabile a joomla 1.7 e godrà di un supporto a breve termine mentre la versione definitiva sarà la 3.5! Insomma per chi come me sviluppa in 2.5 probabilmente la scelta migliore è continuare a farlo fino al rilascio appunto di joomla 3.5, per i più curiosi o smanettoni invece sarà dura resistere! Ebbene la procedura di aggiornamento automatico sebbene sia sconsigliata per quanto detto sopra può essere effettuata attivando dal menu di joomla nella voce aggiornamenti automatici-->server di aggiornamento-->supporto a breve termine.
Ricordo per i pionieri che si cimenteranno in tale operazione che il template compatibile con joomla 2.5 dovrà essere modificato per funzionare con joomla 3.0.
Di certo non vedo l'ora di poterci lavorare, l'idea di poter maneggiare il pannello amministrativo direttamente dal mio iphone grazie al template responsive mi alletta e non poco, con la buona pace della mia fidanzata che già mi vede incollato a quella mattonella per la maggior parte della giornata.
Aspetto vostri feedback e impressioni su joomla 3.0!!
Un saluto a tutti, spero di incontrarvi numerosi!
Intanto domani si parte per il Joomladay e sarà occasione perparlarne diffusamente!

Vota questo articolo
(1 Vota)

Finalmente ci siamo, dopo mesi di trepidante attesa sono ora sul mercato le TrekMap v3, un set di mappe topografiche vettoriali delle quali vi avevo dato già un'anticipazione qualche mese fa e che erano attesissime già dagli appassionati. Per chi se lo fosse perso le Trekmap v3 non sono altro che delle mappe topografiche in formato vettoriale prodotte da 4Land in esclusiva per Garmin, sono un aggiornamento delle trekmap v2; in realtà sono ben più di un normale aggiornamento cartografico, anche la copertura è stata aumentata del 25% rispetto all'edizione precedente coprendo ormai gran parte del tratto alpino e quello appenninico settentrionale giungendo alla ragguardevole cifra di 113.000 Km tra sentieri, piste ciclabili, mulattiere e quant'altro! Il sistema supporta inoltre l'activerouting che permette il calcolo della rotta adattandosi al meglio allo sport che stiamo praticando.
Nella cartografia sono inclusi numerosi punti di interesse tematici come attività commerciali, malghe, rifugi e bivacchi.
Vediamo quindi le principali novità!

  • Copertura aumentata del 25% rispetto alla versione trekmap v2.
  • 113.000 Km di tracciati su piste ciclabili, sentieri etc.
  • Aggiornamento delle mappe con nuovi sentieri e nuova mappatura del territorio.
  • Nuovi punti di interessi suddivisi per aree tematiche.
  • Supporto al sistema ActiveRouting che si adatta all'attività che state svolgendo.
  • Aggiornamento agevolato per chi possiede trekmap v2 al prezzo di 99€
  • Aggiornamento gratuito per chi ha acquistato trekmap v2 nei mesi di luglio-agosto 2012 (promozione valida fino al 30.11.2012)
  • Formato disponibile su MicroSD e DVD
  • Compatibile con tutti i navigatori garmin di ultima generazione (Garmin serie 60 compresa)
  • Prezzo di mercato 199€, nella confezione è compresa MicroSD e due DVD.

Non ci rimane che correre a fare l'aggiornamento!! L'estate si conclude in modo davvero degno ed è stata davvero calda in tema di gps outdoor regalandoci numerose gradite sorprese!

Vota questo articolo
(0 Voti)

Che qualcosa stava bollendo in pentola in casa twonav lo si era capito già dai primi giorni di settembre, in questi giorni è stato tuttavia presentato ufficialmente al Festbike di Madrid il nuovo navigatore prodotto da Compegps, si tratta del Twonav Ultra! Il prodotto è il più compatto della gamma se paragonato al Twonav Sportiva e al Twonav Aventura anche se da quanto trapelato sembra offrire delle ottime caratteristiche. Oltre a montare il software twonav a bordo infatti l'ultra propone un comparto hardware composto da:
 

  • Display da 2" trasflective con tecnologia touchscreen (quasi sicuramente resistivo) dalla risoluzione di 240x320.
  • Bussola elettronica 3d e barometro.
  • Waterproof e resistente all'acqua e spruzzi con certificazione IP67.
  • Batteria da 1300 Mah che dovrebbe garantire un'autonomia di 12 ore circa.
  • MicroSD inclusa da 8GB (supportate fino a 32Gb).
  • Connettività Bluetooth.

Il prezzo di mercato dovrebbe aggirarsi sui 300€ ma non ci sono ancora conferme ufficiali in tal senso, vi posso solo dire che il Twonav ultra sarà destinato ad un utenza running-bdc in quanto le sue dimensioni contenuti non andranno ad influire sulle performance di chi lo porterà con sè (provate a fare una corsa con l'aventura e ditemi com'è andata!!).
Per ora non sono in grado di darvi ulteriori dettagli e anzi mi permetto di ringraziare l'utente EA1EDC, beta tester e membro del forum di Compegps che ha fornito un primo reportage live direttamente da Madrid postando le sue impressioni e i primi scatti live del twonav ultra (alcuni dei quali li potete vedere in questo post). 
Restiamo in attesa di scoprire da vicino questo gioiello di casa Twonav!
Un saluto a tutti!

Vota questo articolo
(7 Voti)
Pagina 6 di 14